IV Riunione Plenaria degli Eminentissimi ed Eccellentissimi Membri

30 settembre 2017

Print Mail Pdf

EE2A5653

Si è tenuta nei giorni 27-29 settembre 2017, nella Sala Bologna del Palazzo Apostolico, la IV riunione Plenaria degli Eminentissimi ed Eccellentissimi Membri del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.

Dopo la preghiera e l’indirizzo di saluto, S.E. Mons. Rino Fisichella, Presidente del Dicastero, ha relazionato sulle attività promosse negli ultimi due anni e sulle nuove competenze attribuite dal Santo Padre al Pontificio Consiglio.

In particolare, il Presidente si è soffermato sull’evento di grazia che ha rappresentato per tutta la Chiesa nel mondo il Giubileo Straordinario della Misericordia (8 dicembre 2015 - 20 novembre 2016). L’attività del Dicastero è stata, prevalentemente, finalizzata all’organizzazione e alla promozione dell’Anno Santo e, parallelamente, sono state curate le iniziative caratterizzanti i due ambiti specifici di competenza del Dicastero: la promozione della Nuova Evangelizzazione e la Catechesi.

Oltre all’individuazione di forme più coerenti per la promozione del Catechismo della Chiesa Cattolica, di cui a giorni si celebrerà il XXV anniversario, il Pontificio Consiglio è impegnato nella cura della formazione religiosa dei fedeli e nell’assistenza agli Uffici catechistici in seno alle Conferenze Episcopali.

A conclusione del Giubileo Straordinario della Misericordia, il Santo Padre Francesco ha affidato al Dicastero la responsabilità di quanto sinora curato dal World Apostolic Congress on Mercy (WACOM) e dei congressi mondiali, continentali e regionali da esso promossi.

Con il Motu Proprio Sanctuarium in Ecclesia, Papa Francesco, riconoscendo ai Santuari una peculiarità insostituibile per l’evangelizzazione del nostro tempo, ha trasferito le competenze sullo sviluppo, la valorizzazione della pastorale e la tutela dei Santuari dalla Congregazione per il Clero al Pontificio Consiglio.

Il Dicastero è impegnato su diversi fronti per poter sostenere l’impegno pastorale delle Chiese locali affinché l’evangelizzazione sia efficace e provochi le comunità cristiane a una pastorale lungimirante capace di coniugare impegno costante e progettualità.

Nell’Udienza concessa dal Santo Padre, nella Sala Clementina, ai Superiori, i Membri, i Consultori, gli Officiali e i Collaboratori del Dicastero, il Papa ha sottolineato che l’entusiasmo suscitato dall’esperienza del Giubileo della Misericordia non debba essere diluito o dimenticato. La Chiesa – ha ribadito il Papa – ha la grande responsabilità di continuare senza sosta ad essere strumento di misericordia; impegno che si rende concreto e visibile nello stile di vita dei credenti, vissuto alla luce delle molteplici opere di misericordia e che appartiene intrinsecamente ad ogni evangelizzatore.

</